Fondazione Carolina

Fondazione Carolina (www.fondazionecarolina.org) è una Onlus intitolata a Carolina Picchio, una ragazza intelligente, altruista, sportiva e capace, che nella notte tra il 4 e il 5 gennaio 2013 vede la propria la fragilità di adolescente prendere il sopravvento e si toglie la vita: troppo grande l'umiliazione di trovarsi in un video diffuso in rete mentre, priva di coscienza, dei suoi coetanei giocavano con il suo corpo mimando atti sessuali.

Un peso insostenibile da sopportare quelle ingiuria che mettevano in dubbio la sua reputazione e la sua onorabilità. L'odio è tutt'altro che virtuale, come il dolore e la sofferenza, e Carolina sceglie un salto dalla finestra della sua camera e lascia un messaggio potente: " Le parole fanno più male delle botte. Ciò che è accaduto a me non deve più succedere a nessuno".

Il gesto drammatico di Carolina non è però un caso isolato, ma rivela un disagio profondo per tanti ragazze e ragazzi che diventano vittime di vessazioni, insulti e discriminazioni e che hanno già provato sulla loro pelle il sapore amaro del cyberbullismo.

A Carolina è dedicata la prima legge in Europa contro il cyberbullismo, la legge 71/17 - Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo – votata all'unanimità dall'Aula di Montecitorio, che intende tutelare il diritto dei minori. Un provvedimento legislativo che fin dall'inizio non è stato pensato solo per le vittime, ma anche per il riscatto di quei ragazzi che, spesso inconsapevolmente, danneggiano i propri coetanei attraverso le piattaforme digitali.


La Fondazione raccoglie la sfida di Paolo Picchio, il papà di "Caro", per aiutare i ragazzi che, sempre più in tenera età, si fanno del male tra loro usando la rete in maniera distorta e inconsapevole, proponendosi lo scopo di realizzare un futuro in cui il web sia un luogo sicuro per bambini e adolescenti, coinvolgendo tutti gli attori - dai genitori, agli educatori, alle istituzioni - corresponsabili della crescita dei minori e del loro sviluppo consapevole. Perché anche la dimensione digitale delle relazioni deve ritrovare una sana autenticità. Il concetto di community non può esulare dai valori che ci rendono "umani".


Alcune delle attività della Fondazione sono:

  • Analisi di nuovi fenomeni e studio cross culturale delle casistiche emergenti nei Paesiche presentano da lungo tempo un accesso a internet ancor più diffuso diretto rispetto all'attuale condizione italiana.
  • Condivisione delle informazioni tra i soggetti coinvolti nel progetto.
  • Strutturare protocolli integrati, dalla sensibilizzazione alla cura delle vittime, oltre al recupero dei responsabili. Un modello capace di coinvolgere tutta la comunità, virtuale e non, dei ragazzi che, anche solo da spettatori, vivono questi fenomeni.
  • Produzione di materiali e di percorsi utili al raggiungimento degli obiettivi rispetto ai target individuati.
  • Organizzazione di eventi, manifestazioni, performance, show formativi, conferenze, convegni a finalità sociale, culturale e scientifica.
  • Attivazione di strumenti multicanali adeguati ai vari target, per intercettare le problematiche e agevolare il dialogo intergenerazionale sui temi individuati, con particolare riferimento alla dimensione digitale.
  • Favorire attività di cura delle vittime e di recupero dei bulli attraverso percorsi multidisciplinari elaborati sulla base dei diversi contesti e delle vocazioni locali.


COME SOSTENIAMO FONDAZIONE CAROLINA

Panchito's Way Onlus sostiene dal 2018, anno della sua nascita, Fondazione Carolina. La raccolta fondi va al finanziamento di progetti specifici della Fondazione che decide di volta in volta, a seconda delle esigenze più impellenti, i progetti e le iniziative alle quali dare priorità: siano essi corsi di formazione per addetti ai lavori e volontari, piuttosto che finanziare azioni di rete territoriale per incentivare la tutela dei minori sul web e contrastare i fenomeni illegali nella rete.


Per saperne di più:

http://www.fondazionecarolina.org

http://www.fondazionecarolina.org/progetti/

Pinterest